giovedì 6 marzo 2014

Quando una Folle ti premia

Tu puoi solo accettare.

E dire grazie, ma davvero grazie!


Esiste questa cosa chiamata Liebster Award: un premio che viene assegnato a 10 blog ad alto gradimento di lettura ma a basso numero di lettori (meno di 200).
E La Folle - che davvero così si fa chiamare - del blog Profumo di Follia ha assegnato questo premio anche a me.
Per cui, luminosa come l'abat-jour che mi fa compagnia nel mio pomeriggio da scrivana, la ringrazio immensamente e proseguo il giuoco.




Ma quali sono le regole alle quali deve soggiacere chi ha ricevuto un Liebster Award?


  • Rendere grazie a chi ha assegnato il premio ---> Grazie Folle! L'ho sempre detto che avevi buon gusto, in fatto di letture.
  • Rispondere alle 10 domande che sono state consegnate assieme al premio.
  • Consegnare il premio ad altri 10 blog con meno di 200 lettori.
  • Produrre 10 domande a cui i premiati dovranno rispondere.
  • Comunicare ai prescelti che un premio li attende.

Mi accingo quindi a rispondere alle domande della Folle.

Perché hai scelto il tuo nickname?

Perché è il mio nome e in quel suo alternarsi di lettere tonde e spigolose ci vedo la mia faccia e i miei modi.

Non mi è sempre piaciuto, in realtà.
Da bambina mi domandavo per quale motivo gli altri avessero dei nomi di persona e a me fosse stato affibbiato il nome di un oggetto.


Per la precisione, un oggetto abbastanza simile a questo:


Poi, crescendo, questo nome ha iniziato a scorrere tra le dita e dentro la penna e infine sul foglio, in una firma rabbiosa che a volte lacera la carta. Non potrei che chiamarmi così.

Cosa significa il titolo del tuo blog?


L'ho recuperato da un vecchio diario dei miei 18 anni. All'epoca ero convinta di possedere velleità poetiche - e ringrazio le leggi dell'universo che i social network siano comparsi dopo e che i blog ancora non sapevo cosa fossero. 
"Il soffitto si riempie di nuvole" era il verso iniziale di una proto poesia, di cui andavo per altro molto fiera, ma che vi risparmio, perché ai miei 41 lettori ci tengo.
L'ho scelto perché sono una persona con la testa tra le nuvole, naturalmente.
Ad essere del tutto sincera, sono una persona che non ha i mezzi per affrontare la realtà, se non rintanarsi nel suo regno di soffici cumulonembi.

Come ti vedi tra dieci anni?

Felice come lo sono adesso.
Magari avrò un gatto.
In ogni caso, tra 10 anni ne avrò 37 e mezzo e probabilmente, guardandomi indietro, mi dirò "Oh, ma possibile che, per quanto mi sforzi, non riesca a cambiare mai?". Il che, sono onesta, non è detto che debba essere per forza un male.

Cosa ti colpisce maggiormente quando viaggi? Colori, sapori, odori, melodie, sensazioni?

Ovunque vada - luoghi che conosco o non conosco - amo passeggiare e perdermi, sbirciare i vicoli e appoggiare il naso sulle vetrine, seguire un suono o un profumo che stuzzica. Amo follemente assaggiare cibi che non conosco. Amo non avere un tempo preciso in cui fare le cose.
Se per viaggio posso intendere anche il mio quotidiano spostarmi da un punto all'altro della città, la prima cosa a cui penso è il viaggio nel viaggio - quello sulla strada e quello dentro la mia testa. Amo camminare, sembra quasi che il flusso di pensieri parta dalle gambe, tant'è che, se mi fermo, automaticamente cambia l'atmosfera dentro la mia testa. 

Quale canzone hai in mente oggi?




Se avessi 10.000 euro a disposizione per fare un solo viaggio, dove andresti e che faresti?

Ho un problema: non so quantificare 10.000 euro.
E poi ho viaggiato ancora troppo poco.
Per cui facciamo così: parto e vedo fin dove riesco ad arrivare.

L'oggetto a cui sei più legato/a e perché.

Un ciondolo a forma di scarpina.
Perché sì.

La lingua straniera che ami di più?

Le lingue mi affascinano moltissimo: ascoltarle, provare a capirle anche se non le conosco. Se mi facessi meno problemi, mi piacerebbe anche parlarle. Mi è sempre piaciuto il francese e mi piace, in generale, provare a riprodurre i suoni più difficili delle lingue che non conosco (so ripetere un modo di dire in svedese che significa "Fare magie con le ginocchia", ma non lo so scrivere).

Il dialetto italiano che ami di più?

Ho un dialetto d'origine e un dialetto d'adozione. Non so parlare nessuno dei due. Non ho un dialetto preferito. Mi piacciono gli accenti simpatici e puliti, non esagerati, non sguaiati, non urlanti - a qualsiasi dialetto appartengano.

Inventa una supercazzola per rispondere a quest'ultima domanda.

Scegliere a caso una delle risposte alle domande sopra.

-----------------------------------------------------

E adesso tocca a me...devo inventarmi 10 domande. 
Eccole qua:

1.In che epoca ti sarebbe piaciuto vivere? E perché?

2.Che animale ti piacerebbe essere?
3.Un personaggio di un libro nel quale ti riconosci.
4.Cosa vedi quando chiudi gli occhi?
5.Da piccolo/a, che lavoro avresti voluto fare da grande?
6.Una tua bizzarria di cui ti senti particolarmente orgoglioso.
7.Qual è la prima cosa che fa quando ti svegli?
8.Qual è la cosa che ti spaventa di più?
9.In che modo ti rilassi? Magari prendo ispirazione...
10.Sogni a colori o in bianco e nero?


Questi, invece, sono i 10 blog a cui ho scelto di consegnare l'ambito Liebster Award:

Adesso tocca a voi!

30 commenti:

  1. Grazie mille, che sorpresa carina! ^_^

    Ora devo pensare alle risposte! ;)

    Sei sicura di non avere degli antenati francesi? Perché hai un non-so-che di francese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Cris :)
      Dai dai, rispondi che sono curiosa!

      Però non sono francese per niente, a questo punto farò una ricerca tra i miei antenati!

      Elimina
  2. Grazie Norma, è un piacere entrare nei tuoi spazi!
    Per certi versi ci somigliamo: lingue, dialetto, viaggi...

    RispondiElimina
  3. Uuuuh ficoficata grazie, appena arrivo a casa lo faccio

    RispondiElimina
  4. Ti ringrazio davvero di cuore! è un vero piacere vedere che il proprio lavoro viene apprezzato e soprattutto è sempre bellissimo conoscere nuove persone attraverso i loro blog!!
    Un grosso abbraccio!! xoxo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio a te....il tuo blog è una chicca!

      Elimina
  5. brava Norma! Sei troppo carina!
    Ciao Claudia (una dei 41!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Grazie a te Clod! E' un piacere sapere che ogni tanto passi di qua.

      Elimina
  6. Sei stata veramente carinissima! Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Grazie a te!
      Mi ha colpito davvero moltissimo il tuo commento dell'altro giorno.

      Elimina
    2. Beh, per quanto mi riguarda, mi ha colpito moltissimo il tuo post ;) Sembra impossibile che delle semplici parole rievochino dei ricordi così vividi, eppure...

      Elimina
  7. Wow! Grazie Norma! È stata una bellissima sorpresa! Ti ringrazio di cuore! Intanto penso già a come rispondere ;) Questa è una fantastica iniziativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è una cosa davvero carina e divertente da fare ;)
      Tra l'altro secondo me non siamo neanche troppo lontane, ogni tanto riconosco qualche luogo, nelle tue foto.... :)

      Elimina
    2. Ho letto solo ora la tua risposta, sono proprio fulminata. Io sono di Cesena. Tu?

      Elimina
  8. Grazie mille Norma e... piacere! :)
    Sono felice di aver conosciuto il tuo blog, sono una tua nuova follower ora! (con il nome Justin Bologna).
    Nel weekend faccio il mio post e lo vengo a linkare, il tuo mi è piaciuto tantissimo.
    Vado a spulciarmi il tuo blog e a vedere cosa mi ero persa finora.
    A presto!

    Valentina
    www.peekabook.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio!
      Ogni tanto passo dal tuo blog, ma non mi ero mai presentata. Benvenuta!

      Elimina
    2. Eccomi,
      con calma ma sono arrivata anche io ^_^

      http://www.peekabook.it/2014/03/liebster-blog-award-3.html

      Grazie ancora!

      Valentina
      www.peekabook.it

      Elimina
  9. hai risposto alle mie stesse domande *___* ma lo sai che anche io prima non amavo tanto il mio nome ma piano piano mi ci vedo talmente tanto che è diventato in pratica il mio nome preferito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Esse! Benvenuta a bordo! ;)

      Elimina
  10. Grazie mille Norma, mi piacciono questi giochini dove si possono scoprire cose sui web vicini :)
    Ti rispondo qui, ma non mancherò di ringraziarti anche sul blog.

    1.In che epoca ti sarebbe piaciuto vivere? E perché?
    Sicuramente nella Londra dell'età vittoriana. Perchè trovo sia stato il periodo a suo modo più innovativo e punk. E mi piacciono un sacco gli outfit :D
    2.Che animale ti piacerebbe essere?
    Dico spesso che mi piacerebbe essere una mosca
    3.Un personaggio di un libro nel quale ti riconosci.
    Precious Ramotswe la simpatica detective protagonista, tra gli altri, di Le lacrime della Giraffa
    4.Cosa vedi quando chiudi gli occhi?
    Banalmente e non metaforicamente vedo nero
    5.Da piccolo/a, che lavoro avresti voluto fare da grande?
    Giornalista
    6.Una tua bizzarria di cui ti senti particolarmente orgoglioso.
    C'ho pensato venti minuti e non mi è venuto in mente nulla
    7.Qual è la prima cosa che fa quando ti svegli?
    La pipì
    8.Qual è la cosa che ti spaventa di più?
    La morte di chi amo
    9.In che modo ti rilassi? Magari prendo ispirazione...
    Libro, musica, passeggiata...
    10.Sogni a colori o in bianco e nero?
    A colori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Psycho!
      Anche io se potessi mi vestirei in stile vittoriano, sia da uomo che da donna!!!

      Elimina
  11. E La Folle - che davvero così si fa chiamare - del blog Profumo di Follia ha assegnato questo premio anche a me.

    Ahahah XD Comunque adoro le risposte che state dando, soprattutto quella su cosa colpisce di più durante i viaggi. Non sono l'unica che ama assaggiare i sapori del luogo che visita *-*

    RispondiElimina
  12. Con una velocità che meraviglia anche me, è arrivato il Premio Goffo anche per te xD

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...